L’importanza della comunicazione non verbale

Ma come possiamo evitare che ciò accada? La comunicazione non verbale è qualcosa che abbiamo nel nostro DNA ed è inconscia. È stato studiato nel corso degli anni, ma fu solo nel 1960 che ci fu questo boom nella comunicazione non verbale e nacque la consulenza d’immagini, quando per la prima volta venne trasmesso un dibattito per la presidenza degli Stati Uniti tra Nixon e Kennedy in TV, e la differenza nel linguaggio non verbale tra i due candidati era così evidente, che la maggior parte della gente appoggiava Kennedy invece di Nixon, sebbene quest’ultimo esprimesse argomentazioni politiche notevolmente migliori. Fu allora che si compresse l’importanza del linguaggio del corpo.

Da quel momento, i grandi personaggi di Wall Street hanno studiato e tenuto a mente questo problema, per persuadere i loro clienti, farsi assumere o semplicemente stabilire una relazione d’amore, ma nel corso degli anni abbiamo smesso di preoccuparci di questo. Questo modo di esprimerci, non è nemmeno insegnato nelle scuole, ma è uno strumento indispensabile nella nostra vita.

Per cominciare ti invito a guardarti allo specchio, capire qual è il linguaggio del tuo corpo e quale messaggio stai trasmettendo, quindi cominciare a trasmettere ciò che vuoi davvero che gli altri vedano.

Ecco alcuni suggerimenti per iniziare a praticare questa tecnica, ed includerli nella nostra routine quotidiana.

– Sorridere, è sempre un segno di cordialità e trasmette ottimismo.

– Guardare negli occhi l’interlocutore, dimostra affidabilità.

-Mantenere una posizione ben retta, dimostra energia e disponibilità.

– Camminare con decisione, dimostra che abbiamo un obiettivo e siamo determinati.

Metti in pratica ogni giorno questi semplici suggerimenti e noterete, sia voi che gli altri una versione migliori di voi.